PUBBLICHE RELAZIONI: Il patrimonio di conoscenze che ognuno di noi si porta dietro può garantire il consenso e la riuscita delle nostre azioni. Ma la conoscenza è come un orto, va curato, innaffiato, concimato con attenzione e dedizione affinchè sia sempre rigoglioso e dia tanti buoni frutti. Per fare questo è indispensabile tessere una solida rete di relazioni, mantenendole e consolidandole nel tempo affinchè siano sempre risorse strategiche.
UFFICIO STAMPA: Tutti sappiamo di essere in grado, di volere o di poter fare, ma non è sufficiente se non lo facciamo sapere anche agli altri. Incrementare visibilità e prestigio, ottenere consenso ad ogni livello, sono obiettivi possibili attraverso la comunicazione. Questa è tanto più efficace e performante quanto più è coerente con i meccanismi di funzionamento del mondo dei media.
COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE: Mettere al centro del messaggio l’identità, i valori ed i progetti. Al posto giusto, nel momento giusto. Il consenso del pubblico di riferimento è indispensabile per  il posizionamento di una iniziativa e mantenerlo alto è possibile attraverso una strategia di comunicazione nel lungo periodo che ne assicuri continuità.
COMUNICAZIONE DI PRODOTTO: Mettere al centro del messaggio i prodotti, le strutture ed i risultati con gli strumenti e con le azioni più opportune. E’ questa la visibilità vera e propria che si dà una iniziativa ed ha come obiettivo quello di creare interesse, informare sulle caratteristiche, spingere all’acquisto e fidelizzare il target di riferimento.
MARKETING: Studiare il mercato ed i comportamenti, pianificare e sviluppare le azioni. Tradotto vuol dire coniugare un processo sociale con uno decisionale affinchè gli individui scambino tra di loro valore ed ottengano ciò che desiderano. Il marketing permette a quanti debbano fare delle scelte di agire in modo economico rispetto a risorse limitate, massimizzando la soddisfazione degli individui coinvolti.
PIANIFICAZIONE: Riflettere per determinare gli obiettivi e definire la strategia per raggiungerli in un dato arco temporale con l’impiego delle opportune risorse. Trasformare le informazioni in piani pluriennali monitorati attraverso il controllo di gestione con gli strumenti del budget di periodo e del reporting.
GESTIONE ED ORGANIZZAZIONE: Creare e fare squadra, adattare e sfruttare le risorse attraverso modelli e strumenti operativi di cui si dispone o da ridisegnare per ll raggiungimento dell’obiettivo. Preso singolarmente ogni dito della mano può facilmente essere spezzato, ma se si stringe insieme agli altri diventa un pugno che, sia esso grande o piccolo, se ben gestito ed organizzato può sprigionare forza, potenza, decisione.

Copyright © PMCA

Powered by WordPress